Bollito con patè di fegatini e cipolla caramellata

Il mio bollito

Bollito con patè di fegatini e cipolla caramellata.

Questa ricetta nasce dall’obbligo di dover reinterpretare, modificare, rivisitare la ricetta arrivatami per il contest Papageno.
La ricetta era un’insalata di carne con cipolle, classico riciclo del bollito, della carne che avanza dopo aver fatto un ottimo brodo… pensa che ti ripensa… chiedi a destra ed a sinistra, un amico del corso di cucina mi illumina con i fegatini… ed ecco la ricetta.

Per il bollito:
Ingredienti
Un bel pezzo di carne di manzo con parti connettive, quindi non troppo magra, io ho utilizzato del pesce
Cipolla
Sedano
Carota
Ed aromi se vi piacciono

Indifferentemente potrete utilizzare una pentola a pressione oppure una casseruola dove adageremo il nostro pezzo di carne con le verdure tritate grossolanamente e gli aromi, copriremo con acqua (fredda se vogliamo ottenere un ottimo brodo, calda se vogliamo mantenere piu’ gustosa la carne) e porteremo a bollore sino a cottura della carne, ovviamente i tempi sono diversi a seconda della dimensione della carne e della pentola utilizzata.

Cotto il bollito lo estraiamo dall’acqua ed avvolgiamo nella pellicola in modo che i succhi della carne non spariscano nel brodo e soprattutto non si ossidi a contatto con l’aria prendendo quel colore scuro non propriamente bello a vedersi.

Per il pate’ di fegatini di pollo:
Ingredienti:
Fegatini di pollo
Cipolla
Olio q.b.
Burro q.b.
Brandy
Porto o Marsala
Rosmarino
Aglio
Prezzemolo
In una padella di acciaio, capiente e già calda, mettiamo a rosolare con burro ed olio la cipolla tagliata a julienne che deve essere pari al 30% del peso dei fegatini che utilizziamo, aggiungiamo anche uno spicchio d’aglio. Quando sarà rosolata inseriamo i fegatini (ma anche il cuore se l’abbiamo…) ed un rametto di rosmarino, far saltare i fegatini ma stando attenti a non cuocerli troppo. Quando son ben rosolati all’esterno ma con l’interno ancora un filino rossiccio, versar sopra un buon bicchiere di brandy ed anche un po’ di porto o marsala e far infuocare, si puo’ usare anche solo un bicchiere di vino bianco secco. Sistemare di sale e pepe e toglierlo dal fuoco, mettere tutto nel mix e frullare a scatti in modo da ottenere una massa tritata grossolanamente e non troppo fine.
Per le cipolla caramellata (nel vero senso della parola):
Pulire le cipolle, metterle a cuocere nel brodo. Quando le cipolle saranno cotte immergerle nel caramello che prepareremo mettendo in una padella dello zucchero e facendolo cuocere sino a colorarsi. Quando sarà pronto immergere le cipolle ed appoggiarle su una gratella.
Con il caramello rimasto fare delle greche, dei cerchi… qualunque cosa vi piaccia su carta forno, in modo da poter avere una base di caramello su cui appoggiare la nostra preparazione.
In un coppapasta mettere uno strato di patè di fegatini, uno di bollito tagliato finemente e continuare cosi’ sino ad arrivare a 8 strati e poi tagliare a cubetti.

Io ho presentato il piatto mettendo la mia composizione di caramello sul fondo, posizionando due cubetti di carne ed una o due cipolle (la seconda piu’ per gola che per necessità)
Nelle foto di questa ricetta ci sono due tipi di cottura della cipolla, una è stata cotta al sale e l’altra nel brodo e poi caramellata, ecco perchè i colori sono completamente diversi…
Con questa ricetta partecipo al contest “Le ricette di Mammà” della rivista Papageno

Ma per l’utilizzo del manzo sfrutto la ricetta per partecipare al contest di febbraio di Matteo Bellini.

 

Tags: , ,

Seguimi anche via feed, via twitter oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

16 Responses to “Bollito con patè di fegatini e cipolla caramellata”

  1. 20 febbraio 2012 at 00 #

    Bella ricettina Ale.. come sempre del resto.

    Potresti partecipare all’MT challenge di Febbraio con questo post.

    ciaooo

    • 20 febbraio 2012 at 00 #

      Grazie mille Stefano, ho guardato le regole e non puo’ partecipare… ma non si sa mai che mi metta all’opera! ciao

  2. 20 febbraio 2012 at 00 #

    oh….. che libidine… tutto, eh, ma quella cipolla…. me la immagino già mentre fa scronk!

    • 20 febbraio 2012 at 00 #

      ha fatto proprio scronk… perchè invece di farla solo passare velocemente nel caramello ho preferito versarglielo sopra, ed è una goduria! Provale :)

  3. 20 febbraio 2012 at 00 #

    Una foto davvero bella che rende invitante anche il patè di fegatini che non è che mangerei volentieri senza un incentivo! :-P

    • 21 febbraio 2012 at 00 #

      io adoro il patè di fegatini… e cosi’ posso prepararlo e farlo mangiare anche ad altri altrimenti… indigestione!!! :)

  4. 20 febbraio 2012 at 00 #

    bella ricetta!!e le cipolle devono essere veramente gustose,mai provate con il caramello,ciaoo!

    • 20 febbraio 2012 at 00 #

      io non le avevo mai provate… questo è il primo esperimento e le rifarò perchè sono troppo buone! ciao

  5. Martolina
    21 febbraio 2012 at 00 #

    Woooowwwww!!!! Non finirai mai di stupirmi! Semplice e originalissima al contempo! Sei un mito e te la copieró di sicuro Ale!!!!
    Marta

  6. 21 febbraio 2012 at 00 #

    bellissima presentazione:-)

  7. 21 febbraio 2012 at 00 #

    Alessia la tua mano in cucina è qualcosa di particolare, posso invidiarti almeno 10 minuti???
    Per il resto del tempo ti faccio solo complimenti che ti meriti fino in fondo. :D :)))
    Ciao a presto, Ornella

  8. 23 febbraio 2012 at 00 #

    Che bella idea le cipolle caramellate, le proverò al posto della mostarda.
    Ciaio ciao

  9. 24 febbraio 2012 at 00 #

    Mi ispira e le cipolle caramellate te le copio sicuro
    Baci

  10. 14 marzo 2012 at 00 #

    Un bellissimo accompgnamento per il bollito, lo alterno di sicuro alla mostarda
    baci

  11. 14 marzo 2012 at 00 #

    Strepitosa….e finalmente risco pure a farti un saluti qui….
    Baci Alex

Leave a Reply

Powered by AlterVista