La sagra del canestrello di Vaie

Share:
Condividi

Sono passati tanti mesi da quando ho potuto partecipare alla Sagra di Vaie, invitata dagli organizzatori e poter fare materialmente i canestrelli, biscotti di cui non conoscevo l’esistenza, identificando con canestrello solo il biscotto a forma di margherita e spolverato di zucchero a velo che spesso viene confuso con le margheritine di Stresa.
Era il 12 maggio, una bella giornata calda ma ventosa. ed appena arrivata a Vaie il sindaco ci ha portate (ero con Lia, Valeria ed Alessandra) allo showcooking (quando fa sembrare tutto figo questa parola…) tema il canestrello di Vaie ovviamente! Luca Gioberto è stato il nostro chef, ci ha insegnato trucchi e ricetta e soprattutto ci ha aiutate quando ci ha fatto provare a preparare questo favoloso biscotto dal retrogusto di limone. Lia

Ecco Giulia alle prese con il ferro, la pinza di ghisa (gofrere), per cuocere il canestrello, 9 kg da chiudere e girare, diciamo che è stato piu’ semplice preparare l’impasto di frolla sbagliata (il burro a differenza di quello nella frolla tradizionale per il canestrello deve essere fuso) che non cuocerli. Il risultato però è stato perfetto e molto buono, ecco i canestrelli da noi preparati:
canestrelli vaie
canestrello
Il canestrello di Vaie è inserito nel paniere dei prodotti tipici con tanto di disciplinare che individua oltre agli ingredienti: farina 00, zucchero, burro, uova, scorza di limone, lievito in polvere, vaniglia anche la dimensione e lo spessore che devono avere per poter essere considerati i canestrelli di Vaie.

Nei tempi antichi veniva preparato in periodo carnevalesco o alla festa del paese e poi conservato per lunghi periodi in scatole di latta. Per consumarlo in modo piu’ goloso basta scaldarlo leggermente e goderselo con una buona dose di cioccolata o zabaione. Il canestrello di Vaie certificato è quello con la scorza di limone ma esistono le varianti anche al cacao, con cacao ed arancia ed anche alla nocciola.
Qui una carrellata di quelli in vendita alla sagra, da quelli originali Vaie alle varianti, a quelli piu’ sottili, tutti da gustare.

canestrello 1


canestrello di vaie

fiera

 

canestrel

confezioni

E dopo tutte queste foto vado a mangiarne uno, visto che da poco sono tornata dalla Fiera dela Toma di Condove e me ne sono comperata un pacchetto… :)
Grazie mille alla Biteg che mi ha permesso di scoprire questo favoloso paesino, al Sindaco di Vaie che con molta leggerezza ci ha illustrato il paese, il territorio decantandone tutte le qualità dall’acqua alla transumanza continua delle mucche in paese, dalla difficoltà di vivere in Val Susa ma anche dalla sua bellezza e grazie mille per i libri che ci sono stati donati che sono riusciti a colmare un po’ della mia grande ignoranza.

Share:
Condividi

Tags:

Seguimi anche via feed, via twitter oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

2 Responses to “La sagra del canestrello di Vaie”

  1. 29 ottobre 2013 at 00 #

    Allora…a parte che pensavo che Vale fosse una persona e avesse fatto una sagra del canestrello (quel biscotto a forma di fiore col buco al centro) …e dicevo “ah però fammi vedere! che brava questa Vale!” :D ma sono tipo le ferratelle!! le faceva anche la mia prozia con un ferro dall’aria pericolosa e medievale che quasi quasi devo ricercare…accoppiate con la crema alla nocciola erano super :D

Leave a Reply