Linguine con mazzancolle e zafferano

Share:
Condividi

Linguine con mazzancolle e zafferano

bavette2

 

Tre ingredienti speciali per una ricetta veloce e d’effetto….

Ingredienti:
500g Linguine trafilate al bronzo
500g Mazzancolle
1 Bustina di zafferano in pistilli (ho utilizzato quello sardo di San Gavino)
Olio extra vergine d’oliva q.b.
Sale
Pepe

Far scaldare una padella, mettere un filo d’olio evo e far cuocere 250g di mazzancolle per 3 minuti, aggiustare di sale e pepe, volendo si puo’ aggiungere anche un pizzico di peperoncino. Pulirle togliendo anche l’intestino e tenerle da parte, mettere i carapaci nuovamente in padella, coprire d’acqua e far bollire per almeno 20 minuti.

Nel frattempo far tostare i pistilli in un foglio di stagnola e polverizzarli, come fare lo trovi qui… e lasciare in infusione per almeno mezz’ora in un mestolo caldo d’acqua (due ore però sarebbe il tempo ideale).

Far bollire l’acqua per la pasta, aggiungere l’acqua filtrata, in cui abbiamo fatto bollire i resti delle mazzancolle, salare ed aggiungere la pasta. Far cuocere l’altra metà delle mazzancolle, mettere nella stessa padella la pasta ancora un filino cruda, aggiungere lo zafferano e qualche mestolo d’acqua di cottura per portare la pasta perfettamente al dente, poco prima di spegnere il fuoco aggiungere le mazzancolle precedentemente pulite e servire subito.
Share:
Condividi

Tags: , ,

Seguimi anche via feed, via twitter oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

10 Responses to “Linguine con mazzancolle e zafferano”

  1. 16 ottobre 2011 at 00 #

    utilizzo molto poco il pesce ma questo sarà un motivo per utilizzarlo di più complimenti!!!

    • 20 ottobre 2011 at 00 #

      i crostacei sono ottimi da utilizzare nei primi piatti ed hanno bisogno di pochissimo tempo di cottura… non hanno lische… :) e sono buoni!!!
      ciao

  2. 16 ottobre 2011 at 00 #

    Eccoti qui, ciao!
    Il tuo blog era uno dei pochi che già conoscevo. Adoro la pulizia delle tue foto e il tuo modo di impiattare. Sei proprio brava. Adesso che ti ho conosciuta, non posso che seguirti con grande assiduità.

    Ti abbraccio e a presto
    Mari

    • 16 ottobre 2011 at 00 #

      ciao, grazie mille. Il segreto è piatti grandi bianchi, e porzioni piccole. Poi se riesci ad avere la luce naturale tanto meglio… ma non sono una grande fotografa e poi le foto le faccio velocemente e con il cellulare, poco prima di portare in tavola. Per me l’importante è il gusto, la buona riuscita della mia pietanza e soprattutto che mia madre non mi stressi con il suo solito urlo… è pronto??? Hai finito con quel cellulare? Porti in tavola la padella??? Si mangia??? Spero tu possa trovare qualcosa di tuo gusto qui, sono tutte ricette molto casalinghe.
      Un abbraccio anche a te e buona notte.
      ciao

  3. 17 ottobre 2011 at 00 #

    [cit][...]poi le foto le faccio velocemente e con il cellulare, [...]

    Ecco fatto… posso anche ritirarmi dalla cucina…

  4. 17 ottobre 2011 at 00 #

    Partecipa al mio primo contest!

    http://dolciechiacchiere.blogspot.com/2011/10/il-mio-primo-contest.html

  5. 22 ottobre 2011 at 00 #

    Ottime! Brava Ale, il tocco dello zafferano da colore e sapore, quel qualcosa in più che distingue un piatto! Buon week end!

  6. 22 ottobre 2011 at 00 #

    Ale, scusami, per un errore di battitura ti ho chiamato Alu. Mi correggo: Brava Ale!

Leave a Reply