Crea sito

Pane in padella

Volete fare dei panini senza dover accendere il forno?
Eccovi accontentati con una ricetta semplice appresa ad un corso di cucina.

Ingredienti:
450g farina 00
210g latte
95g di acqua
25g di lievito di birra (fresco)
25g di olio extra vergine d’oliva
8g di sale
5g di zucchero
farina per semolino q.b.

Se avete una planetaria molto meglio! Altrimenti procedere con la classica fontana di farina…
Nel contenitore della planetaria mettere la farina, l’acqua già unita allo zucchero ed al lievito stemperato bene. In un contenitore invece unire il latte al sale e poi all’olio, stemperare bene ed inserire tutto nella planetaria.
Fare amalgamare a velocità basse, l’impasto deve risultare molto morbido ed elastico (tipo quello della focaccia), lasciarlo lievitare per circa 1 ora e mezza coprendolo con la pellicola e lasciandolo a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo di lievitazione spolverare una teglia con della farina di semolino, versarvi sopra l’impasto e spolverare anche sopra con la farina di semolino, tirare l’impasto lievitato come dovessimo fare una focaccia a circa 1 cm di spessore. Tagliarlo tondo con un coppapasta o a quadrati con il lato o diametro di circa 7/8 cm. Metterlo in una padella antiaderente già calda (si puo’ fare anche sulla griglia volendo…) e far cuocere per circa 5/7 minuti.

ciao a tutti

Tags:

Seguimi anche via feed oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

5 Responses to “Pane in padella”

  1. 28 febbraio 2013 at 00 #

    Il pane… in padellaaaa???? Alessia che genialataaaaa! Prima o poi lo proverò, sono troppo curiosa! (e così… anche tu hai iniziato a panificare ehhh???)
    Marta

    • 28 febbraio 2013 at 00 #

      è la ricetta di uno chef stellato… 🙂 provalo! ciao

      • 28 febbraio 2013 at 00 #

        ma poi, esteticamente, come viene?

        • 1 marzo 2013 at 00 #

          Per darti un’idea del risultato visivo finale devi considerare che è una via di mezzo tra le tigelle ed i panini tondi gonfi.

  2. 6 marzo 2013 at 00 #

    Che bella idea Ale, da provare