Puntarelle con pomodorini secchi e acciughe

Share:
Condividi

Al rientro da Roma, non so per quale motivo (visto che ne ho mangiate in abbondanza) mi è rimasta la voglia di puntarelle… e cosi’ le ho preparate sempre seguendo il mio modo di cucinare, rapido e possibilmente leggero.
Diciamo che rapido lo è dopo aver pulito le puntarelle e tagliate a julienne o simili o come meglio vi pare, al momento sono in attesa della caccavella per tagliarle super velocemente!!! Ricordati se tu che me l’hai promessa stai leggendo!!! :)

Quindi ingredienti:
2 teste di puntarelle
8 acciughe
8 pomodorini secchi
1 spicchio d’aglio
olio q.b.
un pizzico di sale

Pulire le puntarelle (ovvio) tagliarle a julienne, fare un battuto con i pomodorini secchi e le acciughe.
In una padella già calda, mettere un filo d’olio, lo spicchio d’aglio (che io poi tolgo perchè lo uso solo per insaporire ma non lo voglio vedere e neppure trovare nel piatto o sotto i denti… ma va a gusto!) ad imbiondire ed il battuto. Far cuocere per un paio di minuti e poi mettere in padella anche le puntarelle salandole leggermente per far perdere la loro acqua e portarle a cottura (molto leggermente perchè ci sono già acciughe e pomodorini che creeranno la giusta sapidità!). Io le lascio sempre un pochino croccanti quindi cuoceranno in circa 10 minuti.
puntarelle

Share:
Condividi

Tags: , ,

Seguimi anche via feed, via twitter oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

5 Responses to “Puntarelle con pomodorini secchi e acciughe”

  1. 18 febbraio 2014 at 00 #

    Le puntarelle a Trieste sono un must quando arrivano rigorosamente tagliate sottili un lavoraccio e messe in acqua ghiacciata perchè si arricino poi condite con acciughe e aglio.
    A me picciono tanto ma perdere cosi tanto tempo per pulire etagliare (incluso il mio dito) per mangiarle in 5 minuti e piacciono solo a me…aspetto che mia figlia me li prepari oppure acquista il tagliapunterelle per la modica cifra di….25 euro …. no aspetto che qualcuno me le prepari ahahahaha. Buona la tua ricetta in questo modo non serve proprio tagliarle sottili…il dito ringrazia.
    Buona giornata.

    • 18 febbraio 2014 at 00 #

      ciao Edvige anch’io le preparo come te e aggiungo anche i crostini di pane nero tostati… Ma è un lavoraccio tagliarle sottili sottili e quasi tutte uguali! :)

  2. 19 febbraio 2014 at 00 #

    Mi ricordo… mi ricordo :D

  3. 19 febbraio 2014 at 00 #

    gnammy che buoni!!

  4. 4 marzo 2014 at 00 #

    Ciao,ricetta fantastica,amo queste preparazioni cosi’ruggenti!Lisa

Leave a Reply