Crea sito

Risotto alla monzese

Il risotto alla monzese,
un riso della tradizione lombarda ma rivisto secondo casa mia…
Gli ingredienti li vedete qui sotto:
Dosi per 6 persone:
650 g di riso carnaroli
300 g di salsiccia
1 cipolla dorata (ma io ho usato quella rossa dell’orto…)
0,1 g di zafferano (anche questa volta ho usato quello in pistilli di San Gavino)
brodo di carne q.b.
sale e pepe
burro q.b.
parmigiano q.b.
Tostare lo zafferano e ridurlo in polvere o pezzetti ( qui vedete bene come fare ) e poi metterlo a sciogliere in una tazza con un mestolo caldo di brodo (deve riposare almeno mezz’ora, meglio se lo lasciamo nel brodo caldo per un paio d’ore…)
Far scaldare una padella, e poi far imbiondire la cipolla tritata finemente con un pezzetto di burro e poi mettere a rosolare la salsiccia tagliata a pezzetti, in realtà si dovrebbe togliere il budello e  dovrebbe essere proprio disfatta…
Quando la salsiccia è pronta, toglierla dalla padella, inserire il riso e farlo tostare (sino a quando toccandolo con le mani risulterà caldo) se si vuole si puo’ sfumare con del vino bianco secco (ma io questa volta non l’ho fatto) e poi iniziare la cottura ocn il brodo di carne aggiungendone un mestolo o due per volta… aggiustare di sale e quasi a cottura inserire il brodo con lo zafferano. Mantecare abbondantemente con burro e parmigiano, aggiungere un po’ di pepe appena macinato e servire…

Un po’ di pubblicità alla cooperativa che mi ha fornito il riso da testare, la cooperativa La Pila
Si tratta della prima cooperativa che ha ottenuto in Italia la certificazione I.G.P. sulla varietà Nano Vialone Veronese I.G.P.., inoltre il loro riso ha la rintracciabilità di filiera controllata e garantita (cosa rarissima se non unica nel riso) e cosa di non poco conto…. e di grande comodità… si può acquistare via web sul loro sito internet , per chi è abituato ad acquistare il riso al supermercato potrebbe essere un’ottima occasione per scoprire un buon riso con un ottimo rapporto qualità prezzo…

Per questo risotto io ho utilizzato il superfino Carnaroli che reputo la miglior varietà per preparare risotti;
ha il chicco bello grande ( e nel caso specifico il chicco era bello integro, con una bassissima percentuale di rotture)  che mantiene molto bene la cottura e permette di ottenere risotti perfettamente mantecati e con la classica cottura al dente.

Tags: , ,

Seguimi anche via feed oppure su facebook

clicca il pulsante qui sotto, è gratis

12 Responses to “Risotto alla monzese”

  1. 13 ottobre 2011 at 00 #

    Un risottino delicato e profumato che mi farebbe molto piacere provare ^_^

    • 20 ottobre 2011 at 00 #

      dai che se organizziamo la cena, prepariamo di tutto!!! ciao

  2. 13 ottobre 2011 at 00 #

    Conosco benissimo questo riso ed è veramente buono! Bravissima bellissima presentation!! 😉

    Vevi 🙂

  3. 13 ottobre 2011 at 00 #

    Beh, ottima preparazione come sempre! Per lo zafferano in pistilli è sufficente mezzora? Di solito io lo faccio almeno un paio d’ore come hai scritto, altrimenti non sento la differenza con quello in bustine, ma suppongo dipenda anche dal tipo.
    Io di solito lo prendo una volta all’anno a S.ta Rita in umbria

    • 13 ottobre 2011 at 00 #

      ciao Stefano, due ore è il tempo perfetto, ma mezz’ora puo’ bastare se sei di fretta o hai ospiti dell’ultimo minuto…, l’importante è che il brodo sia bollente e che i pistilli siano prima stati tostare! Cosa che ho scoperto non sapere in molti…

  4. 14 ottobre 2011 at 00 #

    Thanks for this grand post, I’m glad I detected this internet web site on yahoo.

  5. 15 ottobre 2011 at 00 #

    Tu metti a dura prova il mio sistema nervoso… io voglio quel risotto, adesso, subito! Insomma, ho visto post pieni di delizione ‘cocotte’ che io non ho, ricette invitanti da far morire, ma il riso lo voglio proprio, ho fame!!!!

    Baci, baci e a presto
    Mari

    • 20 ottobre 2011 at 00 #

      secondo me ogni tanto dovresti dormire… visto l’ora del tuo commento!!! ciao

  6. 17 ottobre 2011 at 00 #

    Ma lo sai che avevo rimosso questa delizia??? Hai fatto bene a ricordarmela 😀

    • 20 ottobre 2011 at 00 #

      Laura come fai a rimuovere un risotto??? Io mangerei solo risotti… ciao

  7. Pamela Vespa
    10 febbraio 2012 at 00 #

    Complimenti per l’ottimo sito, molto curato e nello stesso tempo facile da utilizzare!mi sono trovato davvero bene, lo consiglierò di sicuro a tutti i miei colleghi!un bacio